Il Sole 24 Ore

NUOVO CONTRATTO INTEGRATIVO PROVINCIALE SETTORE LAPIDEO

NUOVO CONTRATTO INTEGRATIVO PROVINCIALE SETTORE LAPIDEO

COMUNICATO CONGIUNTO

 

“Il nuovo contratto integrativo per i lavoratori del settore lapideo in provincia di Foggia è uno strumento innovativo frutto della proficua sinergia e del senso di responsabilità della Sezione Lapidei di Confindustria Foggia e le rappresentanze sindacali di settore (Feneal-Uil, Filca-Cisl, Fillea-Cgil)”.

E’ quanto dichiara Vincenzo Chirò, Presidente della Sezione Lapidei di Confindustria Foggia, il quale aggiunge che “le parti sociali hanno raccolto con grande e doverosa sensibilità istituzionale l’invito del Prefetto di Foggia ad assicurare al comparto l’atteso riferimento normativo e valevole fino a giugno 2023”.

“Il contratto, oltre ai contenuti specifici in grado di contemperare le esigenze di imprese e lavoratori, può annoverare tra le sue peculiarità la circostanza di esser tra i pochi accordi integrativi siglati in ambito nazionale durante la fase dell’emergenza Covid-19”.

“Esprimo un grande plauso ai sottoscrittori dell’intesa –ha dichiarato il Presidente di Confindustria Foggia, Gianni Rotice – perché in un momento delicatissimo sul piano economico e sociale, hanno dimostrato quella visione di prospettiva indispensabile, oggi, più che mai, per porre in essere politiche concrete di sviluppo. Un grazie particolare, ha concluso Rotice, mi sia consentito rivolgere alle aziende di settore  nostre associate, che dopo mesi di totale inattività si sono comunque e responsabilmente fatte carico dei risvolti economici dell’intesa”.

 

Le Organizzazioni Sindacali Feneal-Uil, Filca-Cisl, Fillea-Cgil provinciali, a loro volta, esprimono soddisfazione per l’accordo raggiunto con responsabilità dopo una lunga e articolata trattativa, portata avanti in un periodo estremamente delicato, anche a causa della pandemia in atto.

Il nuovo contratto ha consolidato la parte economica con un peso rilevante di circa €. 6000 euro lordi annui, aprendo la strada al welfare integrativo e valorizzando la Pietra di Apricena favorendo l’utilizzo della stessa a KM 0.

Particolare importanza è stata  posta sulla legalità, salute e sicurezza dei lavoratori del comparto, prevedendo il coinvolgimento delle Istituzioni Locali, Asl, Provincia e Regione.

2020 Powered by Mediafarm S.r.l.